BOC day 16: anno nuovo, timbro nuovo (ma caffè vecchio)

Anche se ci fosse stata l’apocalisse, per le strade di Pristina, nella notte di capodanno, non l’avremmo sentita. Alle 22:00 eravamo già crollati, con buona pace dei fuochi d’artificio, del brindisi e del bacio sotto al vischio. Siamo contenti così! Chi viaggia a capodanno, viaggia tutto l’anno! E quindi oggi ci spariamo 8 ore di…

BOC day 14: Skopje scoppia di statue

E dopo un’infilata di bellezze naturali e artistiche abbiamo deciso che la prossima meta sarebbe stata Skopje, dandogli ben 2 stelline su 3. Una stellina perché la città è tutta in pianura, ma riusciremo sicuramente a trovare qualche scalinata a picco che ci spezzerà il fiato. L’altra stellina perché non è una bella città, in…

BOC day 13: dal pollo di Tetovo al soufflé di Matka

Ci congediamo da Tomič-Atomič, il quale prima di salutarci, con un’ultima estrema gentilezza, toglie la brina dal parabrezza della nostra auto versandoci sopra l’acqua bollente… Mi fa segno di azionare i tergicristalli, ma inserisco per sbaglio la velocità flash, partono schizzi d’acqua in ogni direzione e quasi lo ustiono. Miracolosamente il vetro è ancora integro,…

BOC day 12: la perla di Mavrovo

Sono le 8:00 e siamo già in giro. Ogni ora di sole è preziosa e non vogliamo sprecarla. Peccato che a quest’ora pure i molti monasteri e chiesette di Ocrida siano chiusi. Non c’è neanche un cane in giro… anzi no, ce ne sono ben tre che si avvicinano e iniziano a snasarci per bene….

BOC day 11: c’erano un leone e una gazzella a Ohrid

Ci alziamo col naso brinato, Paolo pure con le orecchie ibernate… Io invece ho dormito saggiamente con il cappello. La temperatura della stanza è inchiodata sui 13 gradi, ma il nostro amico “tù” si fa perdonare e ci svolta la giornata preparandoci la colazione del campione. Saltiamo in macchina e alziamo il riscaldamento a manetta,…