Russia, Finlandia, Paesi Baltici – pagelloni e considerazioni finali

Siamo ormai tornati da quasi due settimane, abbiamo avuto modo di far scendere l’adrenalina del viaggio e quindi possiamo valutare a mente fredda quello che abbiamo visto. Infatti, come ogni esperienza che si rispetti, urge un momento di riflessione su cosa è andato bene e su cosa si può migliorare e un immancabile pagellone riassuntivo…

Mosca – La Metropolitana più antica e più grande del Mondo

La metropolitana di Mosca risale al 1935, la sua costruzione fu fonte di un’ampia propaganda da parte del regime guidato da Stalin e rappresenta uno dei più grandi e maestosi progetti architettonici realizzati dall’ex-URSS. L’intento era quello di suscitare stupore, in modo da rendere ammirevole e degno di contemplazione il regime stesso. Direi missione compiuta!…

Mosca – Il mercato di Izmailovo

E’ valsa la pena venire qui solo per questa foto: rimarrà tra le top ten come “scaccia tristezza!” Ho le lacrime dal ridere!! Il mercato di Izmailovo è il luogo ideale per l’acquisto di souvenir più svariati: le famose matrioske, prodotti di artigianato, articoli in pelle, quadri, ricordi della vecchia URSS (medaglie sovietiche, sciabole da cosacco, berretti…

RFB day 3: perdendosi per la metropolitana di Mosca

Oggi si inizia con più calma, nessuna sveglia all’alba, visto che questa sera a mezzanotte ci aspetterà la Linea Rossa per San Pietroburgo. Dopo i fritti e gli untamenti degli ultimi giorni decidiamo di affrontare la giornata iniziando con una colazione leggera, Paolo sceglie i mandarini…tipici frutti delle steppe russe!

RFB day 2: Mosca e i suoi contrasti

Ci svegliamo e strano a dirsi… nevica… chi lo avrebbe mai detto a dicembre in Russia? In effetti la cosa è insolita visto che al posto dei consueti -20 gradi ce ne sono solo -2… temperatura primaverile! Quasi quasi azzardiamo una t-shirt… ma solo per depennare dalla lista un altro paese visitato!

RFB day 1: pronti…partenza… via!

Non siamo ancora partiti che già il viaggio inizia a farsi interessante… Ovviamente noi arriviamo in aeroporto 4 ore in anticipo e poi ci perdiamo tra pizze, pizzette, patatine, negozio di cartoleria (che non possiamo assolutamente saltare altrimenti la Vale va in crisi d’astinenza), arriviamo ai controlli dei passaporti a pochi minuti dall’imbarco. Coda chilometrica…