RFB day 2: Mosca e i suoi contrasti

Ci svegliamo e strano a dirsi… nevica… chi lo avrebbe mai detto a dicembre in Russia? In effetti la cosa è insolita visto che al posto dei consueti -20 gradi ce ne sono solo -2… temperatura primaverile! Quasi quasi azzardiamo una t-shirt… ma solo per depennare dalla lista un altro paese visitato!

Decidiamo che non è il caso di sfoggiare la t-shirt e ci rifugiamo nel nostro amato colbacco. La Vale realizza di essere allergica al pelo di ratto di cui è fatto il suo e quindi rapido cambio di colbacchi! Quello in pelo di visone dell’Alaska finisce a lei e quello in pelo di rattone del Seveso al baldo giovine!

Passaggio immancabile anche in Russia è quello della kacca… anche qui si usa, come in tutte le parti del mondo… e ovviamente la Vale si mette subito in fila…

Beh dopo aver mangiato sta roba cosa pretendi??


La giornata scorre veloce tra torte Pavlove e Vin Brulè, bandiere rosse, centri commerciali, palazzi di stato e chiese ortodosse… Ma Stalin sarebbe contento di sta Russia? Boh… a noi tutto sommato non dispiace nonostante gli evidenti contrasti…

4 commenti Aggiungi il tuo

  1. nino scipioni ha detto:

    Bella la piazza rossa!! Quanto a Baffone, chissà. …

  2. Roberto ha detto:

    SPETTACOLO!!!

    1. valelazzy ha detto:

      Sabby fa freddissimo…per fortuna abbiamo con noi il vostro aggeggio infernale per fare la tisana!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.